Mercato del Pellet 2023

Pubblicato il 28/12/2023, Aggiornato il 18/12/2023
Mercato del Pellet 2023

Il mercato globale del pellet ha vissuto notevoli cambiamenti.

Bioenergy Europe, associazione europea nell’ambito delle bioenergie, ha pubblicato il rapporto statistico 2023 del pellet. 

L’analisi di queste dinamiche fornisce un quadro dettagliato delle sfide e delle opportunità nel settore delle bioenergie, con particolare attenzione alla produzione globale, ai disallineamenti temporali e agli impatti del conflitto Russo-Ucraino.

Indice

Produzione globale e tensioni di mercato

L’anno è stato caratterizzato da un aumento significativo nella produzione globale di pellet, salendo da 45 a quasi 47 milioni di tonnellate rispetto all’anno precedente.
Tuttavia, disallineamenti temporali tra domanda e offerta hanno creato forti tensioni di mercato. Sfide impreviste come il conflitto Russo-Ucraino hanno influenzato negativamente la produzione e la catena di approvvigionamento.

Impatti del conflitto Russo-Ucraino nel mercato

Il conflitto ha portato a divieti di importazione di legname russo, causando interruzioni nelle filiere di approvvigionamento. Inoltre, lo stop all’import di pellet russo e bielorusso ha colpito il mercato, con una riduzione del 28% nella produzione russa. 
Questo ha innescato una redistribuzione del pellet russo verso mercati asiatici come la Corea del Sud, generando preoccupazioni su possibili triangolazioni con l’Europa. La crisi ha evidenziato la vulnerabilità dei mercati globali ai cambiamenti geopolitici e la debolezza potenziale delle catene di approvvigionamento.

Consumo globale

Il consumo globale di pellet ha registrato una costante crescita negli ultimi anni, trainato dalle iniziative politiche per le fonti rinnovabili. 

Tuttavia, l’invasione russa ha innescato oscillazioni incontrollabili dei prezzi del pellet, causando una riduzione degli acquisti e una forte incertezza tra i consumatori. 

La capacità produttiva totale nell’UE a 27 è aumentata del 5,6%, ma l’impatto delle sanzioni sulla Russia ha causato una riduzione nella disponibilità di materie prime, influenzando la produzione effettiva. 

Tuttavia, l’Europa presenta opportunità di crescita sostenibile grazie agli obiettivi ambiziosi per l’energia rinnovabile e agli incentivi statali.

Consumo europeo 

Il consumo europeo di pellet ha subito una variazione complessiva del 1,56%, con un aumento nel settore del riscaldamento residenziale.

La Germania ha superato l’Italia come principale consumatore europeo nel riscaldamento residenziale, attribuibile a investimenti e incentivi governativi. 

Tuttavia, l’Italia mantiene la leadership nel mercato europeo per il riscaldamento residenziale, evidenziando la complessità delle dinamiche di mercato.


La dinamicità del settore sottolinea la necessità di adattarsi a cambiamenti inaspettati e di monitorare attentamente le tendenze per prevedere lo sviluppo futuro del settore delle bioenergie.

Prodotti in Evidenza